Qual è il tempo di trattamento di una domanda di ESTA?

Qual è il tempo di trattamento di una domanda di ESTA?

L’ESTA è un’autorizzazione al viaggio elettronica che permette di recarsi negli Stati Uniti senza dover richiedere un visto. Questa procedura semplificata può essere fatta unicamente online ed è quindi molto più rapida e pratica sia per i viaggiatori che per le autorità statunitensi incaricate dello studio delle domande. Ci si può però chiedere quale sia il tempo necessario per ottenere una conferma della propria domanda ed il tempo per ricevere l’autorizzazione ESTA. Vi forniamo qui dei chiarimenti su questi punti importanti per aiutarvi a scegliere il miglior momento per fare la vostra domanda di autorizzazione ESTA online.

 

L’ESTA e il suo funzionamento in sintesi

Prima di interessarci al programma di esenzione dal visto ESTA, è importante ricordare in cosa consiste questo sistema di autorizzazione al viaggio elettronica e di segnalare chi possa beneficiarne. Il tempo di trattamento dell’autorizzazione ESTA è molto più breve rispetto ad una domanda di visto e bisogna tenerne conto prima di avviare la pratica.

Il programma ESTA è stato messo in opera attraverso un dispositivo tra gli USA e 22 altri paesi membri. Permette a certi viaggiatori residenti in tali paesi di recarsi sul suolo statunitense senza dover fare una domanda di visto. Per viaggiare negli Stati Uniti è quindi indispensabile aver ottenuto un’autorizzazione ESTA o un visto. L’ESTA è comunque sottomessa ad alcune condizioni di ottenimento di cui ecco il dettaglio.

Per prima cosa, è indispensabile disporre di un passaporto elettronico o biometrico valido e la cui validità copra il proprio soggiorno negli Stati Uniti. L’autorizzazione ESTA viene associata al numero del passaporto del viaggiatore e bisogna quindi assicurarsi che il passaporto che viene registrato al momento della domanda sia lo stesso che si presenterà al momento dell’imbarco verso gli USA.

La durata del soggiorno negli Stati Uniti non deve superare i 90 giorni per viaggio. Al di là di questo limite bisogna necessariamente ottenere un visto tradizionale.

Infine, il viaggio negli USA deve avere come unico fine turismo o affari e in nessun caso si potrà lavorare in territorio statunitense con questa autorizzazione al viaggio.

Se si soddisfano tutte queste condizioni preliminari, si è eleggibili all’ESTA. Non resterà quindi che compilare il modulo online che si può trovare nel nostro sito e che permetterà di avere una risposta rapida.

 

Quali sono i dati obbligatori per ricevere l’autorizzazione ESTA?

Come abbiamo spiegato brevemente, per ricevere un’autorizzazione ESTA è prima di tutto necessario soddisfare le condizioni di accesso a questo dispositivo semplificato ovvero risiedere stabilmente in uno dei paesi membri del dispositivo, viaggiare negli Stati Uniti per meno di 90 giorni consecutivi e disporre di un passaporto valido.

Bisogna anche compilare la domanda online passando per un sito come il nostro che trasferirà la domanda stessa alle autorità statunitensi. In questo modulo bisogna inserire un certo numero di informazioni, senza le quali non si riceverà nessuna risposta, tra cui:

  • Indirizzo e-mail valido. È l’indirizzo sul quale viene inviata la risposta alla domanda di ESTA ed è quindi molto importante.
  • Numero di passaporto. Una volta ottenuta, l’autorizzazione ESTA viene automaticamente associata per via informatica al passaporto del richiedente. È bene assicurarsi che la validità del proprio passaporto copra le date di partenza e di ritorno del proprio viaggio.
  • Identità completa con cognome, nome, data e luogo di nascita. I dati forniti devono essere conformi a quelli riportati nel passaporto.
  • Infine, vengono poste altre domande in relazione al proprio stato di salute, ai rapporti con la giustizia e a ciò che si intende fare durante il soggiorno. È indispensabile rispondere a tutte le domande poste per ottenere un’autorizzazione ESTA.

Se doveste incontrare delle difficoltà nel rispondere a qualcuna delle domande, non esitate a consultare i numerosi articoli e consigli presenti in questo sito.

 

Quando è consigliabile attivarsi per fare una domanda di autorizzazione ESTA?

Come si è visto in precedenza, il dispositivo ESTA permette di ridurre al minimo le pratiche per recarsi negli Stati Uniti. Infatti, quando si invia il proprio modulo di domanda online il tempo di risposta massimo è di 72 ore e si può quindi essere tentati dal procedere a questa domanda solamente alcuni giorni prima della partenza. Tuttavia, per varie ragioni è sconsigliabile procedere in questo modo.

In certi casi, infatti, l’ottenimento dell’autorizzazione al viaggio verso gli USA può richiedere più tempo che non i tre giorni di trattamento e, in questo caso, il viaggio stesso può risultarne compromesso; in particolare nel caso in cui la domanda di autorizzazione ESTA venga rifiutata.

Immaginiamo che si sia commesso un errore compilando il modulo di domanda ESTA online. In questo caso, se la domanda è stata convalidata in via definitiva, ci sono buone probabilità di ricevere un rifiuto oppure si potrebbe desiderare correggere gli errori prima della partenza per evitare situazioni sgradevoli alle frontiere. Bisogna sapere, a questo riguardo, che per poter effettuare una nuova domanda di ESTA è necessario attendere minimo 10 giorni a partire dalla notifica di accettazione o di rifiuto.

Un altro caso tipico riguarda le autorizzazioni ESTA rifiutate a causa di un progetto di viaggio che non corrisponde alle condizioni di base del dispositivo. In questo caso specifico, per effettuare il viaggio disponendo dei documenti legali necessari, deve essere effettuata una domanda di visto. Ma quest’ultima richiede in genere più tempo rispetto ad una domanda di autorizzazione ESTA e può quindi mettere a rischio il viaggio se non ci si attiva per tempo.

In considerazione delle varie casistiche, è vivamente consigliato fare domanda di autorizzazione ESTA in anticipo per essere sicuri di poter effettuare il viaggio previsto. Il nostro consiglio è di procedere alla domanda almeno due o tre settimane prima della data di partenza. Tuttavia, è bene non svolgere questa pratica troppo in anticipo in quanto l’autorizzazione ESTA è valida due anni a contare dal suo rilascio e si ridurrebbero inutilmente le possibilità di viaggi futuri se la si richiedesse con dei mesi di anticipo.

 

Quali sono le risposte possibili ad una domanda di autorizzazione ESTA?

Quando si compila il modulo di domanda online e lo si convalida procedendo al pagamento delle spese corrispondenti, questi viene in un primo momento inviato alle autorità statunitensi competenti ed è per questo motivo che non si riceve una risposta immediata nel sito presso il quale si effettua la domanda. La risposta alla domanda di autorizzazione ESTA viene infatti inviata per e-mail all’indirizzo indicato nel questionario online ed è anche possibile consultarla direttamente nel sito ufficiale del governo statunitense utilizzando il proprio numero di pratica.

La risposta alla domanda di autorizzazione ESTA può essere di tre tipi:

  • Autorizzazione accordata. Ciò significa che si è ottenuta l’autorizzazione ESTA e che questa è stata associata per via informatica al passaporto del richiedente. Ci si può quindi recare negli Stati Uniti senza altre pratiche da svolgere e ciò per due anni.
  • Autorizzazione rifiutata. Le risposte fornite nel modulo di domanda non consentono di viaggiare negli USA con l’ESTA. In questo caso si può effettuare una domanda di visto tradizionale.
  • Autorizzazione in istanza. Questo statuto significa che il dossier è ancora in corso di studio e richiede delle verifiche supplementari. Si riceverà successivamente la risposta definitiva.

 

Quali sono i tempi per ottenere la conferma di una domanda di autorizzazione ESTA?

Come si potrà constatare leggendo le informazioni a seguire, l’ottenimento di un’autorizzazione ESTA è generalmente molto rapido ma ci si può comunque chiedere quando si riceve conferma che la propria domanda di autorizzazione al viaggio è stata presa in carico.

Questa conferma si può averla in vari modi. Alcuni siti inviano una conferma per e-mail indicando che la pratica è stata trasmessa alle autorità statunitensi dell’immigrazione e che sarà trattata al più presto ma, se non si dovesse ricevere questa e-mail, ci sono due modi per assicurarsi che la propria domanda sia in corso di trattamento.

Il primo consiste nell’andare nel sito del governo statunitense muniti del proprio numero di dossier per consultare online lo stato della domanda.

Il secondo consiste nel verificare che l’importo delle spese richieste sia stato effettivamente addebitato sul proprio conto. È solo dopo che il pagamento è stato effettuato, infatti, che la pratica viene trasmessa e studiata.

Si può avere conferma della presa in carico della propria domanda già pochi minuti dopo aver inviato il modulo ed effettuato il pagamento.

 

Qual è il tempo medio di risposta ad una domanda di autorizzazione ESTA?

Ci interessiamo ora al tempo di risposta medio ad una domanda di autorizzazione ESTA online. Una delle ragioni della messa in opera del dispositivo ESTA è stata, infatti, la riduzione significativa del tempo di attesa dei viaggiatori che vogliono ottenere un’autorizzazione al soggiorno negli Stati Uniti. Visto che tutte le pratiche si svolgono online e che l’autorizzazione è elettronica e non più in forma cartacea, il tempo di risposta è estremamente breve.

Si ottiene infatti una risposta da parte delle autorità statunitensi in un tempo massimo di 72 ore da quando la domanda è stata inviata. Questo è il tempo massimo ma nella maggior parte dei casi la risposta viene inviata entro qualche ora dall’invio della domanda.

La risposta alla domanda di autorizzazione ESTA viene inviata tramite e-mail all’indirizzo che si è indicato al momento della compilazione del modulo. Se non si dovesse ricevere questa comunicazione è bene verificare la cartella della posta indesiderata e dello spam.

L’e-mail di risposta indica semplicemente se si è ottenuta l’autorizzazione al soggiorno o meno con la notazione “accordata” o “rifiutata”. Se l’autorizzazione è stata accordata non si deve fare nient’altro perché essa viene associata automaticamente per via informatica al passaporto del richiedente. L’autorizzazione ESTA non è quindi un documento cartaceo che si debba presentare al momento del proprio viaggio e non è neanche necessario stampare l’e-mail di conferma. Tuttavia, consigliamo comunque di conservare questa e-mail per avere a disposizione il proprio numero di pratica o di conservare quest’ultimo in un posto sicuro.

Infatti, una volta ottenuta, l’autorizzazione ESTA è valida per due anni e può servire ad effettuare altri viaggi negli Stati Uniti. Se alcune delle informazioni fornite al momento della domanda iniziale dovessero cambiare è in certi casi possibile apportare una semplice modifica online proprio grazie al numero della pratica.

 

Cosa fare se non si è ricevuta risposta o conferma alla domanda di autorizzazione ESTA?

Se, passato il tempo massimo di 72 ore dall’invio della domanda, non si è ricevuta nessuna risposta, verificare i seguenti punti:

  • Consultare la cartella spam o posta indesiderata della propria casella di posta.
  • Verificare di aver correttamente inserito l’indirizzo e-mail giusto nella domanda.
  • Verificare che le spese di trattamento siano state correttamente addebitate. In caso contrario, è necessario ripetere la procedura.

Se queste verifiche non danno risultato, si può andare sul sito ufficiale statunitense per verificare lo statuto della propria domanda: vi si può accedere grazie al numero di pratica.

In caso di domanda rifiutata, sfortunatamente la ragione del rifiuto non viene comunicata. È possibile ripresentare la domanda dieci giorni dopo la ricezione del rifiuto o, in alternativa, fare una domanda di visto.

Fare una domanda ESTA