Qual è il costo del modulo ESTA USA?

Qual è il costo del modulo ESTA USA?

Il dispositivo di richiesta di autorizzazione elettronica al viaggio ESTA è stato messo in opera alcuni anni fa per facilitare le pratiche dei viaggiatori che desiderano recarsi negli USA. Accessibile nel rispetto di alcune condizioni di nazionalità e di durata del soggiorno, questo dispositivo consente una procedura semplificata rispetto al visto classico ma ha comunque un costo. Se siete intenzionati a profittare dell’autorizzazione ESTA per il vostro prossimo viaggio negli Stati Uniti, vorrete certamente saperne di più su costi e tariffe del modulo ESTA online. È per questo motivo che vi proponiamo qui di trovare maggiori informazioni relativamente ai costi della domanda di autorizzazione ESTA con in più alcune spiegazioni sulle spese ed i servizi coperti dal prezzo e sui sistemi di pagamento a vostra disposizione.

 

Le ragioni per cui il modulo ESTA ha un costo

Visto che il sistema di autorizzazione ESTA è elettronico e che la risposta alla domanda viene inviata tramite e-mail, ci si può chiedere perché si debba pagare qualcosa per effettuare questa pratica. Sebbene sia più semplice e rapida di una domanda di visto, la domanda di ESTA è infatti a pagamento indipendentemente dal sito sul quale viene compilato il modulo di richiesta.

Pur semplificato, questo dispositivo online rimane un dispositivo ufficiale e serio che richiede un certo impegno da parte delle autorità dei servizi di immigrazione statunitensi che devono, tra l’altro, retribuire il personale preposto alla verifica delle informazioni dei moduli trasmessi. D’altra parte, i siti come il nostro e molti altri, che hanno come obiettivo di essere di aiuto nel compilare al meglio un modulo disponibile in italiano e di accompagnare i viaggiatori in questa pratica, devono anch’essi remunerarsi per il servizio reso.

È quindi normale che si debbano sostenere alcuni costi quando si effettua una domanda di autorizzazione ESTA online. È comunque importante ricordare che se la domanda di ESTA è a pagamento, lo è anche quella di visto. Se si soddisfano le condizioni necessarie è quindi comunque più interessante procedere per via elettronica profittando del dispositivo ESTA. Ad ogni modo, senza il pagamento di queste spese, non sarà possibile ottenere l’autorizzazione perché la domanda non verrà trattata.

 

Qual è il costo medio di un’autorizzazione ESTA per un viaggiatore italiano che voglia recarsi negli USA?

Come si può constatare rapidamente navigando su Internet, si trovano dei moduli di domanda di ESTA a prezzi differenti a seconda del sito che li propone. Se si passa da un sito specializzato come il nostro, che non è il sito ufficiale statunitense ma che propone dell’assistenza, il costo dell’autorizzazione ESTA può arrivare a circa 60€ a persona. Sul nostro sito proponiamo un modulo di domanda ESTA a soli 55€ senza altre spese nascoste.

È ovviamente possibile effettuare la propria domanda di autorizzazione ESTA direttamente sul sito del governo statunitense ma su di esso non si beneficerà dei servizi, informazioni e consigli qui forniti cosa che potrebbe rendere la pratica più complessa e comportare degli errori al momento di compilare il modulo.

Va notato che il costo resta comunque relativamente basso in quanto una volta ottenuta la propria autorizzazione ESTA sarà possibile utilizzarla per diversi soggiorni negli Stati Uniti nell’arco di due anni, che corrispondono alla durata di validità di questa autorizzazione, a condizione che le informazioni personali principali e il passaporto non cambino. Non ci sarà quindi altro da pagare in seguito visto che l’ESTA sarà associata per via informatica al passaporto per tutto il periodo.

 

Quali sono i sistemi di pagamento accettati per pagare la domanda ESTA?

Quando si effettua una domanda di autorizzazione ESTA online per recarsi negli USA, il modulo viene convalidato solamente successivamente al saldo delle spese richieste. A tal fine i principali sistemi di pagamento a disposizione sono la carta di credito e, a volte, dei portafogli elettronici come Paypal.

Non è quindi possibile pagare il costo dell’ESTA con sistemi di pagamento non elettronici come assegni o contanti. Poiché il sistema di viaggio senza visto ESTA è stato concepito per rendere le pratiche ufficiali più rapide tramite un dispositivo elettronico, infatti, è logico che gli unici sistemi di pagamento disponibili siano anch’essi elettronici. D’altra parte, questa modalità garantisce l’ottenimento di una risposta rapida alla propria domanda di autorizzazione ESTA. Il modulo, infatti, non può essere studiato prima del ricevimento del pagamento da parte delle autorità preposte all’immigrazione e quindi un pagamento tramite dei sistemi differenti richiederebbe molto più tempo e non garantirebbe di ottenere l’autorizzazione ESTA in tempo per il proprio viaggio negli USA. Va anche considerata la possibilità che l’assegno si perda con la posta e che quindi la domanda non venga trattata per niente.

Se esitate ad usare la carta di credito per effettuare dei pagamenti online, non preoccupatevi! Infatti, il server su cui viene effettuato il pagamento di queste spese è totalmente securizzato ed utilizza un sistema di criptaggio dei dati che rende impossibile la registrazione dei dati bancari, il loro trasferimento a terzi o, in generale, il loro utilizzo fraudolento. Si può avere una garanzia di questo livello di sicurezza verificando che la pagina sulla quale vengono inseriti i dati della propria carta di credito abbia un indirizzo che comincia per “https” o che sulla barra degli indirizzi sia presente un’immaginetta rappresentante un lucchetto.

Chi non possiede né una carta di credito né un conto Paypal e che voglia comunque ottenere un’autorizzazione ESTA per recarsi negli USA può fare ricorso ad altre soluzioni come chiedere ad un amico di effettuare il pagamento in sua vece (la carta di credito non deve necessariamente essere a nome del viaggiatore) o utilizzare una carta prepagata. Quest’ultima, è un tipo di carta di credito che può essere ricaricata con l’importo desiderato e consente di effettuare dei pagamenti online allo stesso modo di una carta tradizionale. Si può anche richiedere alla banca una carta di pagamento virtuale precisando l’importo esatto della transazione che si intende effettuare. In questo caso si riceveranno dei dati monouso che possono essere utilizzati al momento del pagamento.

 

È possibile ottenere una riduzione sul prezzo dell’ESTA?

Se si ha l’abitudine di acquistare dei prodotti o servizi su Internet, ci si può certamente chiedere se sia possibile pagare meno per la propria autorizzazione ESTA profittando di un codice promozionale o di una tariffa ridotta in funzione della propria situazione personale o familiare.

Contrariamente ad altri servizi, il dispositivo ESTA non prevede tariffe specifiche per i disoccupati, le famiglie numerose, gli anziani o i minori. Ogni viaggiatore deve, infatti, pagare l’integralità delle spese richieste. Si potrà facilmente notare che c’è la possibilità di effettuare domande di autorizzazione ESTA di gruppo se si viaggia con la famiglia o degli amici ma neanche con questo tipo di domanda collettiva è possibile ottenere una tariffa speciale e il costo totale della domanda corrisponderà alla somma delle spese di ogni pratica.

L’assenza di riduzioni o di tariffe speciali si spiega facilmente per il fatto che ogni pratica richiede lo stesso tempo di trattamento e genera quindi gli stessi costi, visto che ogni domanda viene studiata individualmente. Quale che sia il numero di domande di autorizzazione ESTA che vengono depositate, e perfino se si tratta del rinnovo di una precedente autorizzazione, bisogna pagare l’integralità del prezzo richiesto.

 

Bisogna sostenere altre spese oltre al prezzo dell’autorizzazione ESTA? In quali casi?

Se si effettua una domanda di autorizzazione ESTA sul nostro sito, bisogna pagare delle spese per un importo di 55€ per persona indipendentemente dal numero di viaggiatori. Di norma, se si segue correttamente la procedura prevista, non c’è nient’altro da pagare per ottenere l’autorizzazione di soggiorno ma, in caso contrario, questa pratica potrebbe costare più cara.

È in particolare il caso se, compilando il modulo di domanda, si commettono degli errori che richiedono una correzione. Infatti, una volta convalidata, la domanda non può più essere modificata ed è necessario rifare una domanda completa pagando nuovamente tutte le spese richieste. È quindi vivamente consigliato effettuare la propria domanda di autorizzazione ESTA in un contesto di calma per lasciarsi il tempo di leggere con attenzione ognuna delle domande del modulo e di rispondere in maniera coerente e senza errori. Si pensi a verificare attentamente il numero del proprio passaporto ed il proprio indirizzo e-mail prima di convalidare definitivamente la domanda.

Una volta ottenuta l’autorizzazione ESTA, si consiglia di conservare il numero di dossier che potrebbe servire in caso di problemi.

Per certi specifici errori si ha comunque la possibilità di apportare delle modifiche al proprio dossier in maniera gratuita. È il caso in particolare della destinazione del viaggio, della compagnia aerea che si intende utilizzare o il numero del volo. Senza spese supplementari, è anche possibile modificare il proprio indirizzo e-mail. Al contrario, le informazioni personali come il numero del passaporto, nome, indirizzo o data e luogo di nascita non possono essere modificati senza pagare tutte le spese. Per effettuare tali modifiche bisogna accedere alla propria domanda tramite il numero di pratica che si è ricevuto ed effettuare un aggiornamento. In caso di modifiche sostanziali della propria domanda, bisognerà riprendere le pratiche dall’inizio compilando interamente un nuovo modulo.

Il rifiuto di autorizzazione ESTA in seguito ad un errore da parte del viaggiatore non impedisce di norma l’effettuazione di una nuova domanda ma sarà necessario attendere almeno 10 giorni dalla notifica. Anche in questo caso sarà necessario pagare nuovamente per l’autorizzazione ESTA perché la domanda verrà di nuovo interamente studiata e sottoposta alle autorità competenti.

Riassumendo, per non dover pagare delle spese supplementari per ottenere l’autorizzazione al viaggio ESTA, si raccomanda prima di tutto di rispondere con cura ed attenzione alle domande del modulo di domanda online e di verificare tutte le risposte prima di procedere alla convalida tramite il pagamento delle spese.

 

Che succede se il costo dell’ESTA non viene addebitato sul proprio conto?

Logicamente, se si utilizza la propria carta di credito per saldare l’importo della domanda di ESTA si viene immediatamente informati sul successo o fallimento della transazione. Tuttavia, alcuni viaggiatori che non hanno ricevuto risposta alla propria domanda entro un tempo di 72 ore, si rendono conto che l’importo della transazione non è stato addebitato sul loro conto e devono riprendere la pratica dall’inizio. Infatti, senza un effettivo pagamento delle spese, la pratica non viene trasmessa alle autorità dell’immigrazione statunitensi e la domanda non sarà quindi studiata.

È il motivo per cui consigliamo di ben verificare che, dopo aver inviato la domanda, sul conto corrente o sul conto della carta di credito sia stato addebitato l’importo di 55€. Se tale somma è stata correttamente addebitata e non si è ricevuta risposta entro 72 ore, verificare la cartella della posta indesiderata e l’indirizzo e-mail fornito al momento della domanda.

Ovviamente, se il conto dovesse essere privo di liquidità o se non si è seguita fino in fondo la procedura di pagamento, l’addebito non ha potuto essere effettuato e non ci sarà altra scelta che compilare nuovamente la richiesta di autorizzazione ESTA rispondendo ancora una volta a tutte le domande ed effettuando nuovamente la procedura di pagamento del prezzo dell’autorizzazione ESTA.

Fare una domanda ESTA